SALERNO E PROVINCIA NEWS Scappati dal Ruggi con bimba con 39°: “Stanza piccola, neppure un lettino”

E’ dovuta scappare dal pronto soccorso dell’ospedale Ruggi nonostante la figlia avesse ancora la febbre a 39. E’ stata una nottata da incubo quella vissuta dalla signora L. G. da suo marito e dalla loro bambina di 10 anni, tutti residenti a Fisciano, al pronto soccorso del nosocomio di Salerno. Nonostante la disponibilità e la grande umanità della dottoressa e dell’infermiera che hanno assistito la piccola, i disagi in cui si sono imbattuti i genitori, in questi giorni di straordinaria emergenza per il coronavirus, sono stati tali e tanti – come scrive il quotidiano “Le Cronache” – da indurre la coppia a far ritorno a casa. “Eravamo in una stanza piccolissima – ha denunciato la madre –  non c’era un lettino per appoggiare la bambina che abbiamo tenuto in braccio a turno io e mio marito, e poi, in quei pochi metri quadrati eravamo in cinque e se non bastasse è arrivato un altro bambino piccolissimo sospetto covid”.Ora stanno a casa da soli, aspettando che qualcuno risponda alle loro richieste d’aiuto.

Miki Pappacoda

Giornalista pubblicista blogger lavoro nel campo dell'informazione dal 2010 iniziando con Positanonews e con il mio giornale Vettica di Amalfi Online

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: