CAMPANIA NEWS Omicidio Apicella, i complici ‘scaricano’ Fabricio Hadzovic:«Ha puntato la volante»

«Fabricio, per cercare la fuga, ha deciso di impattare frontalmente la volante. Ho sentito un boato fortissimo e ricordo solo che sono stato prelevato nell’auto da personale della polizia e subito dopo un’ambulanza mi ha accompagnato in ospedale». E’ racchiuso in questa dichiarazione il ‘cuore’ degli interrogatori dei quattro rom tre dei quali accusati di omicidio volontario (il quarto  di favoreggiamento mentre per tutti e quattro c’è l’accusa di tentata rapina e tentato furto) durante l’udienza di convalida finalizzata a far luce su quei momenti drammatici che hanno portato alla morte dell’agente scelto Pasquale Apicella. A spiegare ai giudici quanto accaduto Admir Hadzovic che ha di fatto ‘scaricato’ il cugino Fabricio Hadzovic, l’uomo che conduceva l’Audi contromano su Calata Capodichino e che ha impattato fatalmente contro la volante ‘Secondigliano 11’ con a bordo Apicella e il suo collega, l’assistente capo Salvatore Colucci poi rimasto ferito.

E’ questo uno dei retroscena emersi dall’ordinanza di custodia cautelare con cui il gip Marco Giordano ha confermato il carcere per i quattro rom indagati (oltre ai due Hadzovic ci sono Igor e Renato Adzovic). Il racconto di Admir sconfesserebbe dunque le prime dichiarazioni di Fabricio Hadzovic che aveva sì ammesso i due tentativi di rapina, alla Credit Agricole di via Abate Minichini e alla filiale della Deutsche Bank di via Pio XII a Casoria chiarendo però di non aver mai avuto intenzione di uccidere nessuno: «Guidavo io l’Audi, sono io che ho imboccato contromano la strada. Quando mi sono accorto che stavamo impattando contro la volante della polizia ho frenato ma non c’è stato nulla da fare per evitare l’impatto. Quando siamo fuggiti da via Abate Minichini ho pensato solo a correre, quando ho visto quell’auto ripeto ho provato a frenare con quanta forza avevo, avrei preferito morire io».

DI STEFANO DI BITONDO INTERNAPOLI

Miki Pappacoda

Giornalista pubblicista blogger lavoro nel campo dell'informazione dal 2010 iniziando con Positanonews e con il mio giornale Vettica di Amalfi Online

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: