Vai alla barra degli strumenti

MONTI LATTARI E CASTELLAMMARE NEWS Boscoreale ai tempi del Coronavirus. Atti vandalici al parco pubblico La festa della mamma vissuta (quasi) senza ambulanti

Il 59esimo giorno di lockdown, ma allentato, coincide con la Festa della mamma. L’amministrazione comunale di Boscoreale ha riservato un augurio speciale alle mamme boschesi. “Un pensiero a tutte le mamme che con grande responsabilità ci hanno aiutato a salvaguardare la salute anche psicologica dei propri cari, diventando compagne di gioco, maestre, cuoche sopraffini, badanti, hanno sorriso nonostante le difficoltà economiche alleviando il peso ai papà, hanno aiutato parenti, amici e conoscenti, insegnando ai propri figli la generosità e l’amore verso gli altri”.

Per strada non si vedono i soliti ambulanti, se non in via Passanti dove c’è stato fino all’ora di pranzo un rivenditore di rose e un altro di rotoloni. Se è servito a regalare qualche giorno di serenità a due famiglie in più in questo momento drammatico per l’economia è giusto non colpevolizzare. Le leggi vanno rispettate, ma i giornalisti raccontano un momento storico particolare e non sono degli sceriffi.

Si vedono però famiglie, in auto o a piedi con mascherine, che approfittano della giornata di festa per far visita alle nonne o alle mamme dopo due mesi di lontananza. Del resto i social lo testimoniano: foto allegre, cariche di emozioni. Si vuole ritornare a vivere e per strada si rivedono i giovani, quelli che sono stati tra i più disciplinati negli ultimi due mesi. Ragazzi e coppiette che, violando anche le disposizioni, non potevano resistere alla tentazione di un bacio su una panchina o a stare mano nella mano.

Una settimana completa dall’inizio della fase-2. Il comandante della Polizia Municipale, Carmine Bucciero, è soddisfatto del lavoro svolto dai suoi uomini e del comportamento della cittadinanza boschese. Il numero uno dei vigili urbani è stato tra le figure più importanti dell’emergenza, dimostrando competenza e professionalità. “La mia preoccupazione maggiore non riguarda i cittadini che in alcuni casi perdono i riferimenti nel valzer di queste normative. Noi siamo sempre aggiornati sulle disposizioni, la salute pubblica va tutelata. La fase-2 preoccupa perchè il livello di attenzione dovrà essere maggiore, l’emergenza non è finita, bisogna continuare a rispettare le regole”.

La cittadinanza ha avuto modo di riconoscere il ruolo e l’importanza dei vigili urbani. Il Comandante Bucciero è orgoglioso di questo risultato. ”Abbiamo lavorato in modo che il cittadino vedesse in noi un punto di riferimento. Siamo stati pronti ad ogni richiesta, abbiamo compilato autocertificazioni, dato consigli. Quando si è in strada bisogna essere pronti a dare risposte sicure e certe”.

Il lavoro che si è riavvicinato alla normalità. Gli agenti sono intervenuti al parco pubblico della frazione Pellegrini, una struttura che avrebbe dovuto regalare un nuovo volto alla periferia della città, dopo la segnalazione di atti vandalici. “La zona periferica è molto vasta e difficilmente controllabile, necessita di controlli serrati” spiega Bucciero.

Il capo della Polizia Municipale illustra anche le criticità preesistenti della viabilità e del controllo del traffico.

E’ come se in questa fase-2, insomma, il lavoro fosse raddoppiato. Non solo i controlli relativi alle normative per la salvaguardia della salute per l’emergenza Covid-19 che persiste tuttora, ma anche la quotidianità di prima. Alla polizia municipale, non solo quella di Boscoreale, toccherà praticamente il gravoso compito di verificare le attività commerciali, ma la situazione è incandescente per le lamentele che si susseguono.di Alina Cescofra IL CORRIERINO

Miki Pappacoda

Giornalista pubblicista blogger lavoro nel campo dell'informazione dal 2010 iniziando con Positanonews e con il mio giornale Vettica di Amalfi Online

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: