Vai alla barra degli strumenti

MONTI LATTARI E CASTELLAMMARE NEWS Castellammare, pistole e droga nei tombini: incastrato Antonio Longobardi con i suoi uomini

16863_castellammare-pistole-e-droga-nei-tombini-incastrato-antonio-longobardi-con-i-suoi-uomini

81978709_811531822647043_8094461190433931264_n-7-e1580200891995Arrestati Amedeo Iaccarino, Michele Sarcinelli, Gaetano Suarato, Francesco Elefante, Giovanni Marciano e Nicola Donnarumma Pistole nascoste vicino casa e droga nei tombini dell’Enel da consegnare ovunque. Bastava telefonare per prenotare “panini” o “mozzarella”. Un linguaggio in codice per parlare di cocaina e marijuana pensando di non tradirsi. Sempre gli stessi i luoghi in cui avveniva la consegna nel quartiere generale della droga, al Cicerone, dove a comandare era Antonio Longobardi. Un potere mantenuto anche dopo il suo arresto. E così al capo dell’organizzazione, ieri mattina, il provvedimento di custodia cautelare è stato consegnato in carcere. Erano, invece, a casa i suoi uomini quando, ieri mattina, dall’alba sono arrivati i carabinieri con gli ordini di arresto atto finale di un’inchiesta cominciata nel 2018. Amedeo Iaccarino, Michele Sarcinelli, Gaetano Suarato, Francesco Elefante, Giovanni Marciano e Nicola Donnarumma non avevano ruoli stabiliti. Secondo l’esigenza ognuno del gruppo assumeva compiti diversi, ora custodi dello stupefacente, poi cassieri e, all’occasione, addetti alla ricezione degli ordinativi e pusher. Toccava, però sempre a Michele Sarcinelli, netturbino a Sorrento, consegnare la droga nei locali della capitale del turismo. E da ieri mattina sono tutti in cella. Ai domiciliari, invece, l’unica donna del gruppo Simona Bilgini compagna di Longobardi e Antonio Esposito. Tantissimi gli episodi di vendita di droga documentati nelle più di 500 pagine dell’ordinanza firmata dal gip del Tribunale di Torre Annunziata. Con consegne che avvenivano molto spesso al Cicerone vicino casa degli indagati o davanti ai bar. Moltissimi i giovani nella rete dei corrieri della droga che da ieri non esiste più.

IL CORRIERINO

Miki Pappacoda

Giornalista pubblicista blogger lavoro nel campo dell'informazione dal 2010 iniziando con Positanonews e con il mio giornale Vettica di Amalfi Online

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: