Vai alla barra degli strumenti

SEZ. RICETTE Ragù alla napoletana a cura di Miki Pappacoda

  • 500 g Polpa di manzo
  • 150 g Passato di pomodoro
  • 70 g Conserva di pomodoro
  • 50 g Lardo in un pezzo solo
  • 50 g Strutto
  • Cipolla
  • Basilico
  • Vino rosso
  • Sale

Lardellate la carne (un pezzo di fesone di spalla, oppure di sottofesa o di spinacino di manzo) con il lardo ridotto a striscioline. Fate sciogliere lo strutto in una pentola, possibilmente di coccio (si può sostituire metà dello strutto con altrettanto olio, ma non usare solo olio).

Unite qualche foglia di basilico e la carne. Salate, quindi bagnate con un bicchiere di acqua, ponete al fuoco, fate prendere il bollore e coprite. Controllate spesso e, quando l’acqua sarà stata assorbita, bagnate ancora la carne con mezzo bicchiere di vino rosso. Scaldate a parte il passato di pomodoro con la conserva, il tutto diluito con due bicchieri di acqua.

Quando il vino sarà evaporato, coprite la carne con parte di questa salsa e con la cipolla tritata; salate, poi continuate la cottura a fuoco basso, aggiungendo altra salsa, fino che l’avrete consumata tutta.

Complessivamente, la lenta cottura del ragù deve durare almeno 3 ore. Condite con il ragù dei grossi maccheroni o zite e servite la carne a parte.

Miki Pappacoda

Giornalista pubblicista blogger lavoro nel campo dell'informazione dal 2010 iniziando con Positanonews e con il mio giornale Vettica di Amalfi Online

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: