Vai alla barra degli strumenti

AGEROLA NEWS Le Poste ad Agerola, due uffici e tante problematiche Le Poste rappresentano un vero problema: l’ufficio di San Lazzaro è aperto una volta a settimana, quello di Pianillo viene quindi preso d’assalto.

Da due mesi a questa parte la parola d’ordine è: no agli assembramenti. Eppure la situazione attuale degli uffici postali agerolesi fa sì che ogni giorno, a tutte le ore, gli assembramenti si creino eccome. A San Lazzaro la situazione è oggettivamente ai limiti dell’assurdo: l’ufficio è aperto solo di mercoledì e a metà 2020 è ancora sprovvisto di uno sportello Postamat per ritirare i soldi. Quello di via Generale Narsete, quindi, è l’unico a disposizione dell’intera popolazione agerolese. 4 giorni su 7 le Poste di Pianillo sono anche l’unico posto dove effettuare le operazioni postali. A tal proposito abbiamo ricevuto una lettera da parte di una nostra lettrice, che ci espone il suo punto di vista sulla faccenda:

 

Assembramenti alle Poste di Pianillo

 

Il 12 marzo hanno chiuso l’ufficio postale di San Lazzaro per l’emergenza COVID, nonostante sia un ufficio blindato con vetri e nonostante nel nostro paese non ci sia stato nessun contagiato. Tutti, e soprattutto i pensionati, sono dovuti andare all’ufficio di via Generale Narsete, anche perché a San Lazzaro non c’è il bancomat. Dopo due mesi fanno riaprire San Lazzaro solo il mercoledì creando una gran confusione, oltre che assembramenti di persone. Non si sa nemmeno quando e come l’ufficio riaprirà a pieno ritmo. Per logica avrebbero dovuto aprire tutti i giorni per la sicurezza soprattutto dei pensionati. Invece, pur pagando un affitto, resta un mistero il motivo per cui non viene aperto. A me sorge un dubbio: non è che vogliono abituare i clienti ad averne uno solo, per poi eliminare l’ufficio tra qualche mese? Eppure a quanto pare hanno programmato dei lavori. A mio modo di vedere è una situazione assurda di Poste Italiane che ha chiuso l’ufficio di San Lazzaro, creando di conseguenza disagi e assembramenti a Pianillo. Il Comune ha sempre ignorato una situazione non conforme al momento e senza nessuna logica.

LA VOCE DI AGEROLA

Miki Pappacoda

Giornalista pubblicista blogger lavoro nel campo dell'informazione dal 2010 iniziando con Positanonews e con il mio giornale Vettica di Amalfi Online

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: