SANT’ANTIMO E NAPOLI NORD NEWS Orrore a Melito, trovato un cane tra i rifiuti: è stato strangolato ed ucciso

Cane strangolato e abbandonato tra i rifiuti a Melito. A dir poco agghiacciante la scena che alcuni passanti si sono trovati davanti questa mattina in via Giulio Cesare. In un tratto di strada a ridosso del ponte che da Melito va a Casandrino hanno notato tra i cadavere di un cane. Il povero animale al collo aveva bene evidenti e strette due fascette di plastica, solitamente usate per lavori meccanici e di bricolage.

Il cadavere seviziato abbandonato tra i rifiuti
Con ogni probabilità il cane è stato torturato prima di essere strangolato. Dopo la segnalazione, sul posto è arrivato l’assessore alla Tutela degli Animali del Comune di Melito, Carmen Grazioso, e gli agenti della Polizia municipale.

Cane strangolato, indagano i carabinieri
Dopo aver effettuato i primi riscontri del caso, Grazioso si è recata presso la locale tenenza dei carabinieri per denunciare l’accaduto. Difficile al momento capire chi e come possa essere macchiato di questo macabro omicidio e soprattutto le motivazioni che hanno spinto a compiere questo abominevole gesto.

Cane strangolato ed ucciso a Melito, le parole dell’assessore Grazioso
“Rimango allibita dinnanzi a tale orrore – ha dichiarato l’assessore – nell’ultimo periodo gli atti di violenza contro gli animali sono in incremento. Pertanto ritengo essenziale far sentire la presenza costante delle istruzioni, in cui confido pienamente, e che rappresento. Spero che tale atto non rimanga impunito, e che rappresenti un atto isolato, dissociato da una Melito che nell’ultimo anno ha dimostrato una crescente sensibilità verso le tematiche animaliste”. LUIGI MOCCIA INTERNAPOLI

Miki Pappacoda

Giornalista pubblicista blogger lavoro nel campo dell'informazione dal 2010 iniziando con Positanonews e con il mio giornale Vettica di Amalfi Online

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: