ISCHIA E PROCIDA NEWS Cucù! E per Enzo, il Covid non c’è più.

bbb

81978709_811531822647043_8094461190433931264_n-7-e1580200891995-12-21“Verso la normalità” è il titolo di un post pubblicato ieri sul sito istituzionale del Comune di Ischia, di cui vi riproponiamo ben volentieri il testo: ”Con un pizzico di ottimismo e con il cuore pieno di speranza, abbiamo deciso di “pulire” la pagina web del sito istituzionale del Comune di Ischia da tutti quegli avvisi, notizie, adempimenti, ordinanze che hanno in qualche modo rattristato la nostra esistenza nel corso degli ultimi 3 mesi. Per eventuali aggiornamenti in materia vi rimandiamo ad altri siti tecnici quali quelli della Regione Campania e della Presidenza del Consiglio dei Ministri più tecnicamente adatti a dare informazioni. Riteniamo che sia arrivato il momento di guardare oltre e di puntare decisamente verso il futuro. In tanti prospettano un’estate difficile e soprattutto un autunno pieno di incognite. Come Amministrazione riteniamo che, se ci sarà coesione sociale (pur nella distanza fisica), riusciremo a superare gli strascichi di questa triste esperienza. Siamo certi che noi ischitani saremo capaci di rimboccarci le maniche e di riprendere di slancio quel ruolo di località turistica di prim’ordine che ci invidiano da tante parti.” Un messaggio, quello che avete appena finito di leggere, che pur privo di firma può tranquillamente essere ascritto al “padrone di casa”, che al pari del direttore di una testata giornalistica è responsabile di tutto quel che pubblica, anche ciò che non è stato scritto da lui. Ma poiché sappiamo bene che nulla accade nel palazzone di Via Iasolino se non è il Sindaco Ferrandino ad approvarlo, ci sentiamo di andare sul sicuro. Enzo, novello emulo di Gigino Di Maio, attuale titolare della Farnesina, ha sconfitto il Covid dal Comune di Ischia a colpi di web, convinto di aver risolto il problema attraverso l’oblio telematico così come l’ex ministro del welfare affermò di aver abolito la povertà con il reddito di cittadinanza. Due geni del male dei nostri giorni, due alfieri dell’incapacità comunicativa e dell’inconcludenza amministrativa che, forse anche mal consigliati, pensano di raggiungere l’obiettivo del consenso con frasi ad effetto (stomachevole) e provvedimenti inconcepibili. Un criterio alquanto contagioso, se si considera la magra figura rimediata dal vicesindaco Di Vaia a Retequattro la settimana scorsa, che perse banalmente la ghiotta occasione di lanciare un messaggio realmente positivo ad un ampio pubblico nazionale che commercialmente ci appartiene, mettendo su la fiera della banalità retorica per poi meravigliarsi di essere stato definitivamente zittito e isolato per il resto della trasmissione. Oggi, all’insegna del volemose bene e dello scurdammece ‘u passato, il primo cittadino dell’ex comune capoluogo, oggi suddito naturale di Barano e acquisito di Forio, pensa di imprimere speranza e felicità nell’animo nei suoi concittadini semplicemente cancellando tutte le pagine web che fino a ieri hanno riempito a giusta ragione (e cattiva fattura) il sito internet dell’Ente, così come accaduto in tutti gli altri siti di comuni e regioni italiane che si rispettino. Ovviamente non si intravede un solo straccio di provvedimento a favore di cittadini e imprese, com’è invece accaduto in Comuni come Sant’Antonio Abate con le concessioni gratuite di suolo pubblico, oppure a Sorrento dove oltre all’esonero Cosap fino a fine ottobre l’amministrazione comunale si è riservata di revocare le concessioni per le aziende che sceglieranno di restare chiuse. A Ischia, lo abbiamo raccontato fin troppo spesso, si è fatta propaganda elettorale finanche con i buoni spesa e nonostante l’emergenza non si è smesso di continuare a privilegiare i lavori pubblici di discutibile utilità, a cominciare dall’ormai super chiacchierata Piazza degli Eroi. A Siena, il Comune ha predisposto numerosi aiuti alle famiglie realmente disagiate. A Ischia, invece, in pochi hanno saputo della disponibilità di risorse a favore di famiglie con disabili o invalidi, così come le pratiche presentabili per i contributi sui fitti prima casa non hanno trovato grande pubblicità, escludendo in modo tanto involontario quanto ovvio tantissimi indigenti, ignari della possibilità di percorrere quella strada. Vedete, il problema è molto semplice: ci accusano di voler male a quest’Amministrazione comunale, che proprio come il Governo nazionale e al pari del propagandistico e folcloristico Presidente della Regione Campania (che improvvisamente loda immeritatamente i sindaci pur di captarne il consenso) lasciano molto a desiderare quanto a reale vicinanza alla loro gente. Ebbene, saremmo ben lieti di essere smentiti (ammesso ce ne fosse mai bisogno) ogni qualvolta affermiamo che forse al peggio non c’è mai fine. Anche quando tutto il mondo invita alla prudenza di non pensare che il coronavirus sia acqua passata e di continuare a tenere alta la guardia, e il tuo primo cittadino, invece, ti dice di “guardare oltre” e che bisogna “voltare pagina”. Ma per Enzo e company, forse, questa è una sorta di confessione. Della serie “ non riusciamo a fare niente in emergenza, meglio far finta che si tutto passato, così possiamo tornare ai nostri appalti pubblici, alla solita piccola amministrazione senza distrazioni da virus”. E questo vuol dire anche: “Le imprese non hanno bisogno di aiuti, gli stagioni stanno bene senza lavoro, il traffico non ci importa, i trasporti ce ne freghiamo. Pensiamo alla normalità, cancelliamo dal sito il covid e cancelliamo la più grande crisi che il mondo abbia mai avuto”. Per il comune di Ischia non è più importante informare i cittadini, arrangiatevi altrove su quello che dovete fare, noi cancelliamo tutto, puliamo il sito così l’epidemia è passata e il covid non c’è più! Ma fate sul serio? Siete, davvero, come Di Maio?

IL DISPARI QUOTIDIANO

Miki Pappacoda

Giornalista pubblicista blogger lavoro nel campo dell'informazione dal 2010 iniziando con Positanonews e con il mio giornale Vettica di Amalfi Online

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: